26 aprile 2011

L'olivo non è troppo alto!

Continua a non piovere, il tempo grigio con l'aiuto della siccità rallenta la crescita delle orticole, mentre i grossi alberi con le loro radici profonde non sentono per adesso la siccità. La robinia sta per fiorire e le mie api nelle ultime due settimane non hanno fatto molti progressi.
Oggi sono stato fortunato, è il giorno dopo di una Pasquetta splendida passata al Veganfest di Camaiore dove ho potuto conoscere di persona la simpaticissima Erbaviola, in più, oggi ho potuto passare quasi tutta la giornata all'uliveto... per fortuna perché altrimenti non avrei potuto ospitare una nuova famigliola di apine nella mia arnietta portasciami ;-)

Sono capitate così, non sono le mie, forse sono attratte dalla bella atmosfera che si respira al mio uliveto, capiscono che quell'uomo barbuto non è come gli altri, non usa veleni!!
Era un paio d'ore che piantavo pomodori, li ho piantati anche a pochi metri dallo sciame, ma incredibilmente non mi ero accorto che lo sciame era nell'olivo vicino all'orto sinergico. Stavo per andare a farmi una pasta nella casina che sento un ronzio, alzo la testa e vedo il ramo pieno di api.
















La pasta può attendere, adesso devo prendere lo sciame! corro a prendere l'arnietta e l'attrezzatura, valuto il da farsi: non posso tagliare il ramo, è troppo grosso, non arrivo da sotto a spazzolare le api... ci vuole qualcosa da tenere l'arnietta sollevata fino allo sciame... perfetto c'è lo scaleo!
















Con lo scaleo ho potuto mettere l'arnietta a contatto con l'albero, così da sopra l'albero ho potuto spazzolare gran parte delle api direttamente nell'arnietta e con l'aiuto del fumo le ho convinte che l'arnietta poteva essere una casa sicura.
A questo punto son potuto andare a farmi questa benedetta pasta, naturalmente dopo aver messo tutti i telaini con foglio cereo all'interno del portasciami.

Così diligentemente le apine sono entrate tutte all'interno.
















Dopo l'abete è troppo alto, c'è l'olivo che è all'altezza giusta e le api sono state messe nel nuovo apiario.

14 commenti:

TroppoBarba ha detto...

Io vado in giro con gli occhi di fuori. Mi si sta spezzando il collo, perche` guardo continuamente sugli alberi. E non ho ancora visto uno sciame. E tu? Che pensi solo al mangiare, ne hai gia` visti due. Che mondo... ;^)

maioma ha detto...

Bravo capitano ,
nutro sempre un po di invidia a vedere chi può andare al suo uliveto quando gli pare e piace senza fare molti km. , invidio pure i lavori che fai e sopratutto quando parli di api , tu le prendi dagli alberi noi al momento siamo solo al progetto della siepe che faremo crescere attorno alle arnie ma arriverà il tempo che l' invidia scappa e al suo posto ci saranno scambi di sapere .
Buon lavoro .

Harlock ha detto...

TroppoBarba: secondo te, se le api vedono un individuo poco raccomandabile che sta girando a vuoto senza meta per il campo, ...secondo te le api si fermano proprio da te?!
Io faccio finta di niente e quando è il momento scatto! ;)

maioma: non ti preoccupare, tutto a suo tempo, tu non dovrai neanche fare pochi km per andare dalle tue api, ce le avrai lì e ti verranno anche a noia :)

TroppoBarba ha detto...

Dovrei mantenere un profilo basso? Chesso` faccio finta di cogliere i fiori? Puo` essere un idea. ;-)

erbaviola ha detto...

Eccomi! Simpaticissima non saprei, più che altro molto cotta! :D Mi ha fatto veramente piacere conoscere te e Tiziana dal vero, che belli che siete!!! Però questa volta non si può darmi della poco fisionomista: hai sta foto imbronciata sul profilo e poi arrivate con un sorrisone a dirmi "mi riconosci?" E chi vi riconosceva? siete completamente diversi!!! :D Picchetto per foto con sorriso nei profili!!

p.s. tu non sai in che guaio ti sei messo a presentarti di persona, ora verrete coinvolti in tutti gli accidenti che mi vengono in mente ;) Oh, però una mangiatina vegan da queste parti venite a farvela!!! E prima che ricominci la neve eh!!

Harlock ha detto...

...vedi che sei simpaticissima?! :)

C'hai ragine per la foto, è che dietro la macchina fotografica c'è la mi figliola ...mi viene sempre voglia di guardarla così!!

nooo, non mi far pentire d'essere venuto, gli accidenti no! :)
Magari un giretto da codeste parti si potrebbe anche fare, a me piace anche la neve :)

mauri ha detto...

Finalmete uno sciame ad altezze non proibitive, io ne ho presi 4, ma dei miei in sciamatura programmata, il più alto era su un ramo a 130 centimetri da terra, mentre il più basso era posato a 50 centimetri da terra, quest'anno niente sciami clamdestini non ne voglio.

mascia ha detto...

ma che bello!
io giro con l'arnia prendisciame in macchina .....non si sa mai! metti che in centro a milano trovo uno sciame attaccato al bauletto del motorino...e poi..ho dato il mio numero ai pompieri!

Harlock ha detto...

mauri: come fai a fare la sciamatura programmata? sai più o meno quando sciamano e aspetti il momento che partono?
perchè rifiuti gli sciami clandestini?

mascia: ci sono molti sciami a Milano?!
anche io giro con l'arnia prendisciame nel furgone, ma incredibilmente sono gli sciami che vengono all'uliveto.

mauri ha detto...

Vedrò di fare un post sulla sciamatura programmata così magari potrai givartene pure te, quanto agli sciami clandestini il fatto è che voglio sviluppare il mio ceppo d'api che ho visto essere molto buono e poi mica posso tenerle tutte le api, avevo tre alveari, uno ho deciso di sopprimerlo, ma con i due restanti ho creati otto sciami, poi più avanti mi farò un piccolo resort di regine, credo che per ora possa bastare senza dare ospitalità ad api clandestine, che dici?

Harlock ha detto...

...direi che con otto sciami è un bel d'affare.
Sopprimerlo che vuol dire che le hai unite ad un'altra famiglia eliminado la regina? o le hai proprio eliminate?

medo ha detto...

Un giorno ti troviamo sopra un abete, il giorno dopo un ulivo e poi un giorno una sequoia... Tra l'altro la più alta d'Italia mi pare sia in Toscana che sta sfondando il muretto di un cimitero ed ormai è entrata dentro vari cadaveri (le radici di un solo esemplare di sequoia redwood possono estendersi fino ad un ettaro).
Evviva l'ape e chi l'ama, sprezzante di ogni pericolo!

Maria Demurtas ha detto...

Per caso coltivate anche l'oliveto sinergico e non solo l'orto?

Harlock ha detto...

Non esattamente, diciamo che tra gli olivi ci sono anche altre piante, ma non fanno parte di un progetto definito.
Lascio crescere molto la vegetazione spontanea per poi lasciarla come pacciame.