04 febbraio 2011

Gatti arrosto

Si diceva tempo fa, quando spariva un gatto, che lo avevano preso i cinesi per mangiarlo. Ma nooo... sono solo dicerie, i cinesi lavorano, lavorano e friggono tutto, ma non i gatti!! ...appunto, non friggono i gatti, ma li fanno arrosto!!

11 commenti:

Moni e Max ha detto...

ma non lo fanno da tempo anche i vicentini??

ste ha detto...

Vedi come gira il mondo: in Svizzera i gatti hanno fatto sparire (in padella si diceva) gli Italiani, trent'anni fa. Tutto ritorno al mittente ;-)

Sara ha detto...

Porto il cibo ai gatti randagi, mi alterno con altre amiche, non ci fermano né la neve, né il sole che sbomba, quindi innanzi a queste notizie, sono presa da profondo sconforto.
Ciao. Sara

Fer Mala ha detto...

... la fame non fa distinzione tra gatto e altro animale.

Harlock ha detto...

Moni e Max: ritengo che mangiare carne sia di per se una cosa da fare il meno possibile, per di più mangiare animali carnivori mi sembra una bestialità.
...vicentini allo spiedo :-)

ste: i miei non hanno mai mangiato gatti, neanche in tempo di guerra, al massimo mangiavano il brodo di gallina vecchia ;-)

Sara: è grazie al volontariato che in Italia riusciamo a cavarcela!

ciao e benvenuta :-)

Fer Mala: non è questione di fame, è finita l'era del cinese che gira con l'apino cinquanta facendo il lavoro sporco ...ci mettono i piedi in testa e in più ci mangiano anche i gatti!

medo ha detto...

Solo 55 anni fa, nascevano i miei genitori (poi non so l'età media dei lettori di Harlock) erano scene di tutti i giorni in tante città italiane. Erano storie di miseria, cancallata ma che potrebbe ritornare (e tornerà), documentate in lungo ed in largo da documentari e servizi televisivi che di certo non vengono ritrasmessi spesso, ma ogni tanto per chi ha la TV so che qualche amico che la TV ce l'ha ha visto qualcosina su Rai Storia o simili.
E poi basta chiedere alle vostre madri o nonne, sempre che già non fossero rinchiuse in qualche open space a prendere 1000 lire al mese.
Adesso, vedere chi si scandalizza davanti a questi "sporchi cinesi", dovrebbe farmi ridere invece mi fa senso. Cioè mi fanno senso di meno loro che quelli che invocano il Sacro Igiene...

semola ha detto...

Questione complessa cinesi ... cibo ...dividiamo i due problemi.
I cinesi (o i rom).... io odio i "finti buoni" che li difendono a spada tratta, finchè non si trasferiscono vicino a casa loro e allora cambiano il proprio modo di pensare.
Chi li odia anche se si integrano nella nostra società, odia il diverso e allora è razzista.

semola ha detto...

Il cibo.
Bisognerebbe prescindere da retaggi culturali o personali.
Io ho 2 gatti e mai li mangerei.
In India ,di contro, le mucche sono sacre. (ma pensiamo a mussulmani e maiali o a vegetariani o a vegani)
Io vengo da una cultura "contadina" ... ricordo ancora la faccia schifata della mia ragazza quando mio babbo estrasse dal brodo la gallina con tanto di testa e zampe....

luby ha detto...

concordo con il filo logico di semola.
io da piccola mangiavo uova di papera,le avevo e la mamma ci preparava le fettuccine.
raccontandolo a un'amica di città ne è rimasta scandalizzata!vedeste che faccia fece!!!! O_O
ma per me era normale,aveva senso:uova di gallina,una di papera,di quaglia...per me erano uova.punto.
è questione di cultura.
poi ovviamente se si è vegetariani o vegani a sentire una notizia così fa lo stesso effetto della mia amica no?
ma dalle mie parti oltre i gatti,qualcuno mangia anche istrici,ricci,serpenti,volpi,porcellini d'india e struzzi...quindi sono alla stregua dei cinesi.
ovvio da denuncia in quanto animali protetti,ma è "normale" per il paese intero...
io sono flexitariana,mangiare carne è un 'eccezione,un evento sporadico,ovvio che un gatto non lo mangio,ma mi è capitato di mangire coniglio,quando invece una mia carissima amica non lo farebbe mai anche se carnivora...motivo? come animale domestico ha appunto un coniglio...

Harlock ha detto...

medo: mio padre nasceva nel lontano 1913, e ben 56 anni dopo nascevo io.
Sono stato uno "sporco povero" emigrato, (anche se solo di 100 km) negli anni settanta, non avevamo niente, solo un orto e animali da cortile. I miei mi hanno insegnato prima di tutto il rispetto per gli altri e che mai si deve rubare.
I cinesi vengono in un paese dove la cultura che trovano non è come la loro, già questo deve bastare per non cibarsi di animali che noi consideriamo SACRI, come se non bastasse questi li RUBANO alle famiglie che li trattano come trattano i loro figli.

semola: condivido ...a Prato abbiamo la comunità cinese più grande d'Europa, si può dire di tutto , ma non che i pratesi siano razzisti, casomai i razzisti solo loro che non socializzano e si sono creati un mondo parallelo.

Per il cibo, penso che dobbiamo rispettare il luogo e la civiltà dove ci troviamo.

luby: a quanto pare sono diventato flexitariano anch'io, mangio solo carne bio comprata con il gruppo dei GAS ;-)

Radames Lovato ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.