07 novembre 2010

Acqua, vino e olio


















Il vino novello fa bene alle ossa, alla testa e alle olive.

La domenica è sempre umida da queste parti. La domenica rimane il giorno principale che nella terra dell'arcadia si raccoglie le olive, ma se non stai attento nelle cassette ci finiscono le gigantesche lumacone nere che persistono sotto e anche sopra le reti.
Ci sono 1000 m2 di rete per le olive, ci vuole più per stenderle che per farci cadere le olive degli alberi sopra. Ci sono più volontari o chiamiamoli involontari ma costretti raccoglitori che di alberi che gli stanno sopra.
In una domenica così, cominciata con chiamate di rinuncia per maltempo, con volontari che arrivano senza preavviso perchè in pianura è spuntato uno spiffero di sole e io manco me n'ero accorto. Poi arrivano altri, e intanto ha smesso di piovere.
Partono chiamate: qui non piove più... porta il pane, non manca altro... vieni sennò ti si mangia l'aringa!
Gli olivi sono bagnati, se stai sotto e li scuoti è come se piovesse, ma dopo un po' si asciugano. Dopo asciutti naturalmente torna l'acqua, poi smette di nuovo e non piove più fino a buio.
Il vino in questo caso serve, in una giornata grigia come questa la rende quasi gioiosa, specie se il vino è un buon novello prodotto nella stessa terra.

In totale abbiamo raccolto, in un giorno e mezzo, circa 650 kg di olive, che andranno al frantoio domattina 5.30.

9 commenti:

luby ha detto...

tra qualche anno io ed il mio futuro marito avremo taaaante piante di olivo...per ora se ne occupa il suocero che comincia ad essere poco "agile" per permettersi di fare questo lavoraccio ^_^

conosco le alzatacce per portare quelle delizie al frantoio...
un saluto solidale ;^)

semola ha detto...

Beato te che hai i volontari. Io ho i forzati, nel senso che le rare volte che vengono debbo mettergli la palla al piede.
Attendo foto di una cascatina d'olio.

Fer Mala ha detto...

Che tempo da lupi! piove e allora rintaniamoci in casa con il caminetto acceso.
Anch'io vivo in campagna e ti seguo nelle tue azioni. Trovo soddisfazione a raccogliere i prodotti dell'orto e del piccolo frutteto. Quest'anno ho piagiato anche l'uva di alcune viti particolari "Clinto" ricavandone 35 litri appena. "E' piacevole la vita a contatto con la natura".

Anonimo ha detto...

Capitano ......
confermo che l' esistenza di un buon novello aiuta in momenti critici , non abbusiamone o non avremo piu' critiche in futuri momenti .
Se sapevo come andava venivo giù a fare un giro , con o senza pioggia , tanto sono ancora fermo a casa e la valle si rinvia di altri 7 giorni , azz..........
salutoni a tutti .

maioma ha detto...

perdonami , sono Mattia

Harlock ha detto...

luby: dai! non è un lavoraccio, ti permette di rimanere in forma!! quando si brucano le olive da sopra l'albero si fa tanto Stretching che quando scendi sei più alto di dieci centimetri :-)

semola: i volontari vengono per mangiare :-) loro sperano che piova!

Scusami, anche questa volta, con la frenesia non sono riuscito a scattare foto.

FerMala: purtroppo la mia casa è in centro, mi devo spostare per andare alla terra.
Il caminetto quì è sempre spento perché non ho ancora avuto tempo di portare la legna a casa.

Ho letto adesso del clinto, non lo conoscevo, deve essere buono come il fragolino.

Mattia: porca miseria!! lo sapevi!
tu te ne stai bello rilassato con le mani in mano e io a impazzire :-)

maioma ha detto...

Mha , bello rilassato non so , ad impazzire siamo in 2 .
Dopo olive e dopo potatura , voi arcadiani , che fate di bello ???
Un giro in questo bel clima umido del veneto potrebbe rientrare nei vs. pensieri ???

Harlock ha detto...

...a proposito di clima umido, hai avuto problemi con l'alluvione?

Di viaggi quì se ne fa veramente pochi, ma se c'è la possibilita un giretto si può anche fare.

maioma ha detto...

fortunatamente l' alluvione è arrivata a 15 km. da casa , noi salvi .
Se volete e quando volete vi aspettiamo .
ciao .